ADI design hall – Milano – 2014

PROGETTO: Michele Amadasi, Lorenzo Faroldi

CONSULENTI: Valentina Downey, Patrizia Scarzella

PrintADIDESIGN HALL La Casa del Design è un luogo multidisciplinare in cui ADI è l’energia che custodisce e promuove la cultura del disegno industriale: un luogo ospitale aperto alla città storica, alle relazioni personali quotidiane e professionali, e alle molteplici attività legate al mondo del Design.
LO SPAZIO APERTO CHE FILTRA LA CITTA’ Il visitatore accede, dal fronte monumentale della fabbrica di Via Bramante allo spazio aperto della Design Hall; la corte che ospita eventi culturali e il ristorante caffetteria, focalizza e distribuisce i percorsi interni, gli spazi destinati agli showroom temporanei e le diverse funzioni del complesso; un teatro urbano che vive di incontri quotidiani così come dei visitatori del Compasso d’Oro. La Design Hall reinterpreta lo spazio d’ingresso dell’ex-fabbrica accogliendo i visitatori e proteggendo gli spazi espositivi dalla vista e dal rumore dell’intenso traffico veicolare e tramviario di via Bramante.adi design hall 1 - faroldi amadasi DALLA CITTA’ ALLA COLLEZIONE Dalla corte il percorso prosegue nella galleria interna, dove si trovano la biglietteria della mostra permanente del Compasso d’Oro ed il Foyer: quest’ultimo, adibito a showroom per eventi temporanei, centralizza la distribuzione dei tre percorsi principali – Pubblico, ADI e Business che avranno la possibilità di essere aperti o chiusi al pubblico al fine di garantirne indipendenza funzionale, visibilità e auto-promozione. Il foyer, visibile dalla corte pubblica ed illuminato di luce zenitale, prospetta internamente sulla mostra permanente e conduce alla sala polivalente, alla sala conferenze, alle mostre temporanee al ristorante/caffetteria, ai collegamenti verticali dei percorsi business e ADI.adi design hall 4 - faroldi amadasiI TRE PERCORSI: PUBBLICO (1); ADICDO (2); BUSINESS (3) 1) Il Percorso Pubblico accompagna i visitatori dalla corte su via Bramante al comparto ex-Enel di Via Ceresio: vi si trovano la biglietteria, il bookshop, il Design Shop, e gli uffici ADI. Lungo il percorso sono esposti al pubblico oggetti di design dell’attiguo Design Shop, e i dismessi generatori di corrente dell’ex-Enel. 2) Il Percorso ADI-CDO, dedicato alla gestione della Collezione Permanente, collega gli uffici ADI, la Collezione Permanente, i laboratori, l’archivio e il deposito sotterraneo: la logistica dell’archivio e dei depositi è assicurata da una rampa carrabile aerata, accessibile e indipendente, ricavata nel volume tecnico della vecchia fabbrica. Nei sotterranei, al di sotto della mostra permanente, la suggestiva articolazione delle murature esistenti (officina) diventa un motivo funzionale all’esposizione di oggetti selezionati dalla critica al fine di poterli osservare dal piano museale con ‘cannocchiali’ che focalizzano la vista su di un particolare tecnico/espressivo dell’oggetto. 3) Il percorso Business è costituito dai locali che possono essere messi a reddito da ADI, in sinergia con la sua attività professionale e di promozione culturale. In particolare si trovano: al piano interrato, i depositi temporanei per associazioni e l’auditorium (accessibile dal foyer). Al piano terra, il foyer ospita gli showroom temporanei a rotazione; il bookshop ( collegato alla mostra permanente ed al percorso pubblico); il Design Shop ( punto vendita di oggetti di design esposti nella galleria ); la sala conferenze, la sala mostre temporanee e la sala polivalente (con accessi dal foyer e indipendenti); il ristorante/caffetteria ( accessibile sia esternamente della corte che internamente dal foyer ). Al primo piano si trovano le sale riunioni, gli uffici temporanei, le aule destinate ai seminari ed alla didattica, i laboratori, il Fab-Lab, e la cabina di regia a servizio della sala polivalente. Tali funzioni sono altresì collegate al percorso ADI ed ai relativi uffici.